Errore medico in sala parto. Risarcimento danni Milionario

Una mamma fiorentina, avvertendo le consuete doglie, si è recata al Pronto soccorso dell’Ospedale San Giovanni di Dio (Firenze), dove venne accolta dai sanitari di turno, i quali però, nonostante alcuni tracciati evidenziassero una sofferenza fetale, decisero di attendere la nascita tramite parto naturale, invece che procedere con un taglio cesareo di urgenza. Una decisione…

Responsabilità medica: la responsabilità se le cartelle cliniche sono incomplete

Con questa recente pronuncia la Corte di Cassazione esamina un caso molto delicato, cioè quello che si presenta quando, nell’ambito di una vicenda di risarcimento del danno derivante da responsabilità medica, si ha a che fare con una cartella clinica che appare incompleta. In questi casi, a detta dei giudici supremi, si può procedere attraverso…

Responsabilità medica – La responsabilità se le cartelle cliniche sono incomplete

Con questa recente pronuncia la Corte di Cassazione esamina un caso molto delicato, cioè quello che si presenta quando, nell’ambito di una vicenda di risarcimento del danno derivante da responsabilità medica, si ha a che fare con una cartella clinica che appare incompleta. In questi casi, a detta dei giudici supremi, si può procedere attraverso…

Responsabilità medica ed il concetto di colpa (lieve)

La Cassazione civile, a sezioni unite, con sentenza n. 8770 del 2018, fa il punto sull’articolo 590 – sexies del codice penale, dove si parla della nozione di colpa grave: i giudici hanno sostenuto che il medico risponde, a titolo di colpa, per la morte o le lesioni personali  che derivano dalla sua attività medico…

Responsabilità medica: Careggi sborsa oltre un milione di euro ad una paziente

Uno dei farmaci utilizzati durante un intervento ha provocato una reazione avversa in una paziente che ha avuto gravissimi danni al cervello. Per tale errore, compiuto in uno dei reparti di eccellenza dell’Ospedale di Careggi, è stato accordato un risarcimento tra i più alti riconosciuti nella sua storia: un milione e trecento mila euro, che…

Nel caso di responsabilità medica, è il sanitario che ha l’onere di dimostrare di aver tenuto una condotta diligente.

La Corte di Cassazione ha precisato che il  paziente non avrà più l’onere di dimostrare la qualità della condotta del sanitario, al fine dell’accertamento della colpa: con la sentenza del  09/11/2017,  n. 26517, è stato stabilito infatti che lo stabilire se il sanitario abbia posto in essere una condotta diligente o negligente, significa accertare anche…